Assicurazione obbligatoria per le attività rischiose

pag12_Trekking-Photo-courtesy-bhutanrisingdrukyul.com_Il Governo continua nel suo tentativo di porre fine ai contrattempi che a volte accompagnano alcune attività  sportive e ricreative rischiose, e così ha varato due nuove misure per garantire tale obiettivo.

Da un lato, le aziende che organizzano tali attività devono avere un’assicurazione obbligatoria per coprire eventuali emergenze. Inoltre, questi organizzatori dovranno informare debitamente i partecipanti dei rischi.

Entrambe le misure sono state discusse in una riunione della Commissione Regionale per la Protezione Civile, che ha avuto luogo a Tenerife in videoconferenza anche con Gran Canaria e La Palma, presieduta dal direttore generale della Sicurezza e di governo di emergenza Canarie, Juan Manuel Santana.

Ricordiamo che vengono considerate attività a rischio quelle incluse nell’art. 171 del Testo Unico della Legge Tasse e Prezzi Pubblici nelle Canarie, concepito per permettere di addebitare i costi sostenuti dai salvataggi a quei diretti interessati che li provochino per negligenza e/o imprudenza. In particolare le attività sono: quelle subacquee, traversata a nuoto, windsurf, kitesurf, sci nautico, wakeboard, wakesurf, moto d’acqua, bodyboard, surf, rafting, hydrospeed, canoa, canottaggio, canyoning e torrentismo, bungee jumping, kite buggy, quad, arrampicata, speleologia sportiva, mountain bike, motocross, corse con veicoli fuoristrada gare equestri, mongolfiere, paracadutismo, volo con dispositivi ultraleggeri con e senza motore, parapendio, deltaplano.  (NdR mangiare un gelato sulla passeggiata a mare SEMBRA non incluso, quindi potete stare tranquilli). Anche se l’esperienza suggerisce che la vasta gamma di sport acquatici, parapendio e trekking sono le principali cause di incidenti con la conseguente mobilitazione di risorse di emergenza nel nostro arcipelago, è interessante notare che la prima volta che è stata fatta pagare la tassa di rimborso per i soccorsi fu a causa di un incidente a cavallo in Gran Canaria. Quindi le persone fisiche o giuridiche dovranno aver sottoscritto all’inizio dell’attività un’assicurazione di responsabilità civile che copra il pagamento dei possibili costi, per attenuare almeno in parte i considerevoli costi del mantenimento dei servizi di Protezione Civile.

(Bianca Leonardi)