Tenerife “nascosta”… in moto

pag09_CIMG9765Fuori dalle rotte considerate “commerciali” esiste una Tenerife nascosta. Luoghi estremamente particolari e poco frequentati, a volte non facilmente raggiungibili, che grazie a questo riescono a mantenere un fascino puro. A volte penso che questi luoghi sia un peccato non poterli pubblicizzare, ma egoisticamente sono felice che non vi si trovi il turismo di massa. Parlo di strade, paesi, case e siti dove è ancora facile scoprire la vera bellezza dell’isola. Non voglio soffermarmi a parlare dei luoghi meravigliosi e immersi nella natura che si possono trovare percorrendo le piste forestali, un mio resoconto lo potete leggere sul numero di Giugno 2013.

Naturalmente il mezzo ideale che permette di scoprire questi luoghi è la moto, scelto da me come veicolo per eccellenza, in grado di fare apprezzare in pieno quest’affascinante isola e trasmetterti un senso di libertà impagabile… beh… volendo si può usare anche l’auto!!! Solo per fare alcuni nomi… Pueblo de Las Fuentes, Chimanada, Charcas de Erjos, Caserio Rural Los Partidos, Chirche, Punta Prieta, etc… Non metterò indicazioni precise per raggiungere questi luoghi, ma basta una buona cartina e un po’ di voglia di “esplorare”, e chiunque può avventurarsi alla loro scoperta. Voglio iniziare con Chimanada, paesino microscopico ed estremamente endemico, che si trova nel cuore del Macizo de Anaga. Per raggiungerlo bisogna percorrere una strada meravigliosa in discesa, attraversando dei boschi talmente fitti che non passa nemmeno la luce. Raggiunto il paese di Las Carboneras, bisogna ancora percorrere una stradina abbastanza stretta per altri 6 km (fino a pochi anni fa era sterrata) e alla fine si arriva in questa bellissima vallata a picco sul mare, dove si può notare, dalla parte opposta, il paese di Batan de Abajo. La strada termina qui e le case che si possono vedere si contano sulle dita delle mani… il silenzio e la tranquillità regnano sovrani e le case sono costruite per metà nelle grotte… la flora è rigogliosa e per questo spesso si possono trovare nuvole basse e un po’ di pioggia. Molti escursionisti amanti del senderismo arrivano percorrendo in circa 2-3 ore il sentiero che parte da Punta Hidalgo. Tutti quelli che arrivano a Chimanada vanno a mangiare all’unico ristorantino rurale, che si chiama La Cueva, caratteristico in quanto una delle piccole sale è costruita direttamente dentro la caverna. Ma il menù è qualcosa di spettacolare, chi vuole assaggiare la “VERA” cucina canaria non può farsi scappare quest’opportunità. Qui ho mangiato, a mio parere, il miglior Escaldon de Gofio di tutta l’isola e il vero Puchero Canario… Carne Fiesta, Parillada, Cherne, e molto altro ancora, non mancano mai, il tutto servito da una simpaticissima e gentilissima signora che immagino sia la proprietaria. Ma non dimentichiamoci il queso e il vino prodotti dai vicini artigiani. Insomma un pranzo degno di lode spendendo neanche 15 euro!!! Ecco quindi, un luogo veramente fuori dal comune ma estremamente rurale e VERO… con la moto è un vero divertimento e non vi è neanche un rettilineo manco a pagarlo!!!

Quindi non fatevi mancare questa “esplorazione” e naturalmente visitate tutto il Macizo de Anaga.

Un saluto

Maxxx

www.tourcanary.com      www.lobosdecanarias.es