Crollo della carta stampata alle Canarie

pag06_carta_stampataLa carta stampata ha dimezzato le sue copie di vendita a meno della metà negli ultimi dieci anni. Secondo un rapporto, nel corso dell’ultimo decennio i cinque giornali regionali maggiormente diffusi sono passati da 113.558 a 53.300 copie distribuite, con un decremento del 53,1%. La cosiddetta crisi della carta ha portato i giornali ad investire nella versione digitale, che diventa sempre più importante (NdR anche se tutt’ora non sembra decollare più di tanto). Canarias 7 riduce la sua distribuzione del 61,6% nel periodo tra il 2003 e il 2013. La Provincia scende del 51,6%, La Opinión de Tenerife 46,4%, il Diario de Avisos 30,3% e El Día 28,7%. Secondo i dati provvisori, La Provincia è stato il giornale più venduto in edicola nelle isole, con una tiratura complessiva di 15.800 copie in aprile, per l’80% distribuito attraverso la vendita diretta. Il giornale col maggior numero di abbonati è il Diario de Avisos (2324), mentre El Día ha il record di vendite “in blocco”, 4583 copie quotidiane. (NdR vero che qui si parla di quotidiani, ma non ci dobbiamo lamentare dei ns. lettori italiani)