Il 9% delle sigarette sono illegali

sigarette_opt--400x300Il 9% delle sigarette consumate in Spagna nel 2013 provengono da fonti illegali. In particolare, il consumo di tabacco illegale è aumentato del 7% rispetto all’anno precedente, mentre il mercato legale nazionale è sceso dell’11%, in parte a causa del trasferimento illegale di prodotti di consumo. L’aumento del consumo di tabacco illegale si spiega col boom delle marche “bianche”, un tipo emergente di sigarette che vengono prodotte al solo scopo di essere vendute di contrabbando, che ora rappresentano più della metà del mercato illegale. La porta principale di tabacco illegale in Spagna è Gibilterra e, nonostante l’aumento dei controlli alle frontiere, la metà delle sigarette illegali provengono da questa colonia britannica. In Spagna nel 2013 sono state consumate 4.400 miliardi di sigarette, e il contrabbando ha causato un mancato incasso fiscale di 718.000.000 €.

(dalla Redazione)