pag16_Mapa-de-carreteras-de-la-isla-La-GomeraNell’aprile 2008 si è celebrato il 100° anniversario del completamento dei lavori per la teleferica di Agulo, un lavoro che ha dato una spinta economica per la città, inaugurato tre anni dopo per le esigenze di un paese che già contava la prima linea telefonica dell’isola. Lo scopo principale di quest’opera è stato poter caricare sulle navi la produzione agricola della zona per l’esportazione. Nel 1906, Leoncio Bento, il patriarca del luogo, ha incoraggiato l’inizio della costruzione dell’ardita opera, affidandone la responsabilità a Enrique Bayol. Tutte le pietre necessarie per la costruzione dei prismi di ancoraggio sono state trasportate via mare dalla spiaggia di La Caleta nella vicina città di Hermigua. Secondo quanto risulta dalle antiche croniche, il successo del meccanismo, che in un anno è riuscito a movimentare oltre 30.000 carichi, ne rese obbligatoria l’elettrificazione. In fase successiva fu anche adattato al carico e scarico di persone, che lo utilizzavano per andare verso l’isola di Tenerife, con gli antichi battelli postali che toccavano diversi punti costieri di La Gomera, con una linea che iniziava nella capitale dell’isola, Agulo, per continuare fino a Vallehermoso. L’attività dell’impianto cominciò a declinare dopo la costruzione del porto di San Sebastián e della strada TF-711. Oggi è un testimone dell’archeologia industriale di La Gomera.

(dalla Redazione)