Guerra (???) ai parcheggiatori abusivi nella capitale

Le chiamate da cittadini che si lamentano di molestie o inconvenienti subiti dai “gorilla” nei parcheggi spingono la polizia a darsi da fare, tanto che in meno di una settimana, nell’agosto scorso, gli agenti della Polizia Locale di Santa Cruz de Tenerife hanno fatto un totale di 18 multe a parcheggiatori abusivi (NdR chiamati qui “gorilla”) per l’esercizio di un’attività sulle strade pubbliche senza la necessaria licenza comunale. L’attività svolta dal “gorilla” sarebbe una violazione dell’articolo 105 del decreto che “vieta l’esercizio di accattonaggio pubblico in città”. I reclami (e anche le multe) si concentrano principalmente sulla parte bassa dell’avenida San Sebastián con Bravo Murillo, vicino al Museo dell’Uomo, dell’Hacienda e anche sul retro del Palazzo del Governo di Tenerife con la avenida Marítima, o anche per la Calle La Noria e prolungamento di Ramón y Cajal.  Quattro delle 18 multe sono state date a parcheggiatori già multati da pochi giorni…., e se arriveranno altre multe o no, e soprattutto se verranno pagate, è molto difficile da prevedere. Non da ultimo perché i parcheggiatori abusivi sono per lo più persone che non hanno altre risorse per vivere. (NdR fortunatamente siamo ad anni luce dalla realtà di certe città italiane, ma onestamente abbiamo visto un peggioramento. Sperem)