pag18_couponAvete presente i programmi americani dove migliaia di casalinghe fanno una lotta sfrenata per cercare quei semplici tagliandini che offrono delle scontistiche per i supermercati, trasformando il risparmio per il proprio bilancio familiare in un vero e proprio lavoro? Qualcuno di voi avrà visto la trasmissione “Pazzi per la spesa” su Real Time, dove le couponiste più aggressive cercano ovunque i coupon, finendo per rovistare anche tra i cassonetti dell’immondizia. I loro sforzi vengono ripagati risparmiando l’80 – 90% sulla spesa. Certo, questo è un format televisivo e scordiamoci questi risparmi in Italia e in Spagna. Il primo coupon è nato nel 1888 ad Atlanta, quando un certo John Pemberton, insieme al suo contabile Frank Robinson, decise di distribuire personalmente dei buoni che davano diritto ai consumatori di assaggiare (gratis) un bicchiere della sua bevanda: la Coca Cola. I coupon della Coca-Cola furono distribuiti sia in strada che spediti direttamente nelle case dei consumatori, e da qui iniziò una nuova strategia di pubblicità per le aziende. L’errore più comune è associare la parola coupon con i deals. I coupon sono gratuiti e si presentano direttamente al commerciante, mentre i deals sono offerte online dove si paga prima di ottenere il servizio o prodotto. Resta aggiornato sui prossimi articoli di Leggo Tenerife per scoprire come risparmiare e come trovare i coupon in Italia e in Spagna.

(Andrea Bertolotti)
coupongratuiti.com
cuponespana.com