pag16_DSCF1798Cosa vedere lo trovate su internet, ecco come muovervi. Per chi vive a Tenerife o vi soggiorna per abbastanza tempo, non fa male farsi una vacanza alle isole vicine, che sono molto diverse e caratteristiche. Potendo disporre di  almeno 5 o 6 giorni, possiamo vedere Fuerteventura e Lanzarote, distanti da Tenerife ma vicine tra loro. Con l’aereo è facile, ma è praticamente obbligatorio poi muoversi con l’auto, ovviamente da noleggiare. Il viaggio con la nave, invece, per portarsi la propria vettura, può sembrare lungo ma, scegliendo la tratta notturna, si dorme e quasi non te ne accorgi. Il WIFI non funziona, ma i posti vicino alle prese di corrente, per chi ha tablet e smartphone, vanno a ruba. Fanno la spola Naviera Armas e Fred Olsen. Ad esempio con Naviera Armas: è possibile acquistare i biglietti online per guadagnare tempo, anche se difficilmente li potrete stampare perché bisogna avere i propri documenti registrati nei loro databases. Agli uffici della società, nel porto di Santa Cruz, non c’è quasi mai coda e qui li potrete far stampare tutti, anche quelli del ritorno (ma portatevi/stampatevi il numero di prenotazione). Scalo a Gran Canaria per cambiare nave. Questo porto è molto grande ma di solito, soprattutto al ritorno, si parte dal molo “Esfinge” e a bordo vi daranno, su richiesta, una semplice piantina che spiega come trovarlo. E il personale è sempre cordiale. Tra scalo e tragitto sono circa 9 ore di viaggio. Per i residenti il prezzo è circa la metà, ma ricordatevi sempre il NIE ed il papel de viaje (lo rilascia l’ayuntamiento e dura 6 mesi, altrimenti si paga tariffa piena). A Fuerteventura si arriva a Puerto del Rosario che, situata quasi nel centro dell’isola, può essere un’ottima base di partenza per le vostre gite. 25 minuti di una buona e quasi unica strada vi separano dalle spiagge di Corralejo, sabbie bianche davvero affascinanti che si perdono per circa 7 km di lunghezza. Se restate lontani dal villaggio e dagli ombrelloni degli hotel, potete lasciare l’auto lungo la strada, e incamminarvi verso il mare tra le dune. Solo 10 minuti di passeggiata per raggiungere il paradiso, dove in acque blu e verde smeraldo potrete tornare bambini a giocare con le onde. Nonostante l’alto numero di auto parcheggiate, le spiagge sono talmente lunghe che non avrete quasi nessuno vicino. Nella parte più lontana, nel corso degli anni sono stati costruiti dei piccoli “fortini” di pietre laviche, che rendono questa parte davvero caratteristica da vedere, e molto gradita, per la privacy, ai naturisti. Al sud si trovano invece le spiagge di Sotavento. Da Corralejo si parte per Playa Blanca. Solo 20 minuti di traversata vi separano da Lanzarote. L’isola è abbastanza piccola e spostarsi da un punto di interesse ad un altro di solito richiede 15 minuti. Molto diversa per conformazione, racchiude alcuni piccoli gioielli da visitare, come la Cueva de los Verdes col suo piccolo segreto. Partenza da Arrecife per tornare, con scalo a Gran Canaria, a Santa Cruz.

(Luca Villa)