Opportunità per aziende di riciclaggio ad Arico

pag09_recycleIl complesso ambientale di Arico ha messo a disposizione degli imprenditori un terreno di 16.000 metri quadrati (a cui in futuro se ne aggiungeranno altri 23.000), al fine di facilitare l’istallazione di aziende dedicate al riciclo e il riutilizzo dei rifiuti. Il poligono era stato aperto nel 2007 e, anche se i permessi disponibili erano sei, a causa della crisi solo una ditta ha potuto sviluppare il progetto (Ewaste, dedicata al riciclaggio di apparati elettronici).

Il nuovo concorso, aperto sette anni dopo la prima volta, ha migliorato le condizioni per poter attrarre più entità. Il bando di gara per l’iniziativa richiede che le aziende che vogliono concorrere abbiano una solvibilità di almeno 300.000 euro. Inoltre, si richiede che l’offerente abbia eseguito o partecipato negli ultimi cinque anni alla conduzione di almeno un progetto nel campo della gestione dei rifiuti. Il termine per la presentazione dei progetti rimarrà aperto finché rimane suolo disponibile. Per questo nuovo concorso avranno la priorità, in quest’ordine, progetti di riutilizzo, riciclaggio e recupero di energia (ma non attraverso l’incenerimento). Tra i vantaggi di questo insediamento, le cui licenze sono concesse per periodi tra i 10 e i 25 anni, il Cabildo ridurrà il prezzo dei terreni, già molto favorevole, finché le aziende non saranno in attivo.