pag24_413768Il calore dell’acqua li invita a rimanere fino alla fine di ottobre. Sono gli angeli, quei pacifici squali che tanto hanno fatto parlare quest’estate a Las Teresitas, e che possono ancora essere avvistati su una spiaggia che, per ora, è l’unica nelle isole Canarie che ospiti questa specie in via di estinzione, la più minacciata fra tutti gli squali del mondo. Alcuni dei giovani, lunghi circa 30 centimetri, non hanno ancora raggiunto le dimensioni necessarie per migrare verso acque più calde in inverno, ma lo faranno probabilmente alla fine di ottobre. Per le Canarie è importante avere questa singolare ”nursery”, e gli esperti chiedono che prima di qualsiasi sfruttamento turistico della loro presenza, sia consentito di concludere l’indagine avviata dalla Alianza por los Tiburones de Canarias e dalla Asociación Tonina, composta da biologi dell’Università della Laguna. Quando tornano in primavera è fondamentale che si abbiano dati sul loro soggiorno a Las Teresitas, il numero di avvistamenti, le dimensioni, ecc…, perché è vitale conoscere questioni come la frequenza con cui vengono o la maggiore o minore presenza di cuccioli. E’ fondamentale che il Comune porti avanti un lavoro di sensibilizzazione con gli utenti della spiaggia, non solo per fargli capire l’importanza di avere un posto adatto per questa specie, ma anche che sono squali pacifici che non causano alcun danno, basta essere consapevoli del fatto che ci sono. Las Teresitas è un caso molto particolare perché, anche se ci sono stati alcuni avvistamenti simile nelle spiagge di Lanzarote, solo qui è stato possibile confermare con certezza che ci vivono e si riproducono”.

(dalla Redazione)