pag5_non-votareGli Ayuntamientos avvisano i cittadini stranieri, che desiderano votare alle elezioni amministrative 2015, che devono accertarsi di essere censiti. Spesso la gente pensa, essendo registrati come residenti, di essere anche automaticamente iscritti nelle liste elettorali, ma non è così. Questo sistema vale solo per le elezioni locali, non conferisce il diritto di voto alle elezioni amministrative nazionali o regionali e non avrà assolutamente alcun effetto su qualsiasi diritto di voto al proprio paese.  Ottenere l’iscrizione nelle liste è un processo semplice e veloce, basta recarsi presso la sede del proprio Ayuntamiento, e richiedere di essere inseriti nelle liste elettorali. Tutti i residenti nell’UE registrati in anagrafe locale (registro dei cittadini) in Spagna hanno il diritto di votare alle elezioni locali. Ma per esercitare tale diritto devono avere più di 18 anni, essere iscritti e aver attivamente indicato la loro volontà di votare. Chi non ha mai votato in passato, in Spagna, ma è già “empadronato”, è facile che riceva una lettera formale (in spagnolo) dal “Oficina del Censo Electoral”. Questa lettera informa del vs. diritto di voto e vi facilita l’iscrizione sul registro. Ci sono tre modi per registrarsi: compilare e firmare il modulo allegato alla lettera e spedirlo nella busta pre-pagata (non occorre francobollo), effettuare la registrazione online, o chiamare gli uffici comunali del vostro Comune e registrarsi. Nel caso di Adeje l’ufficio è nel Municipio in Calle Grande, e si deve portare passaporto o carta d’identità e certificato di residenza. Gli uffici ad Adeje sono aperti al pubblico dal Lunedi al Venerdì, dalle 8 alle 14. I cittadini europei hanno tempo fino al 30 dicembre per iscriversi al registro se vogliono assicurarsi di poter votare per le prossime elezioni locali. Anche i cittadini dei paesi con un accordo di voto di reciprocità possono registrarsi per votare, e devono  farlo fra l’1 e il 15 gennaio 2015. I paesi con il relativo accordo sono Bolivia, Capo Verde, Cile, Colombia, Corea, Ecuador, Islanda, Norvegia, Nuova Zelanda, Paraguay, Perù e Trinidad & Tobago. Si deve aver vissuto qui ed essere registrati come residenti da almeno cinque anni (tre nel caso della Norvegia), e la prova di ciò può essere ottenuta tramite il certificato dalla Polizia Nazionale.

(Bina Binella)