pag19_poker-texas-hold-emNell’ultimo trimestre i giocatori italiani di Texas Hold’em si sono sicuramente messi in luce nei tornei giocati nei due Casinò dell’isola. Sarà per la pagina dedicata dal giornale [email protected] al Texas Hold’em, sarà per l’attenzione riservata ai miei articoli dal “ilgiornaledelpoker.it”, comunque i giocatori italiani figurano sempre sul podio dei tornei negli ultimi mesi ed ai primi posti della classifica del giocatore canario dell’anno. Quindi il Texas Hold’em tricolore ha grandi possibilità di crescere nelle isole Canarie, il boom turistico (13 milioni di turisti nel 2014) porta infatti tanti appassionati di tutte le età a cimentarsi nei tornei. Per fare il grande salto di qualità il Texas Hold’em sull’isola avrebbe bisogno di veder modificate alcune consuetudini locali, trovare impresari di qualità che possano organizzare tornei con “premi garantiti” come nella migliore tradizione dei Casinò mediterranei, ed una buona organizzazione, soprattutto visto che trovare voli e stanze disponibili per i giocatori che venissero dall’Italia per un Main Event nei periodi di alta stagione (ormai quasi tutti i mesi salvo maggio vedono gli hotel e le case in affitto strapieni a Tenerife) può risultare difficoltoso. E mentre è indubbio che gli italiani si stiano distinguendo nel Texas Hold’em sull’isola, nei prossimi mesi vedremo se potranno dare un seguito a questi successi, sia con vittorie nei singoli tornei, sia con importanti tornei organizzati in collaborazione con i Casinò pubblici di Tenerife.

(Riccardo Barbuti)