pag07_B_zec-logoSe state pensando di avviare un’attività nel settore audiovisivo, le Isole Canarie sono il luogo perfetto per farlo. Il regime speciale della Zona Speciale Canaria (ZEC) può essere tassato con un’aliquota ridotta del 4% dell’imposta sulle società, rispetto al tasso generale del 25-30%. Si tratta di 8,5 punti percentuali al di sotto del 12,5% applicato in Irlanda (il secondo tasso più basso offerto in Europa). In altri paesi dell’Unione europea il dato è tutt’altro che conveniente per l’imprenditore. In Francia, per esempio, è un 34,4% e la media europea di questo tipo di tassa è del 23%. Ma non è tutto: nella ZEC sono previsti altri vantaggi ed esenzioni, che riguardano l’IGIC (Impuesto General Indirecto Canario), l’ITP (Impuesto de Transmisiones Patrimoniales) e l’AJD (Actos Jurídicos Documentados), oltre al rimpatrio dei dividendi per le imprese non residenti.  Ovviamente, ci sono una serie di condizioni per beneficiare di questo sistema, compresa la necessità che l’azienda sia di nuova costituzione, che vengano creati cinque posti di lavoro nei primi sei mesi di attività. La ZEC è un regime a bassa fiscalità autorizzato dalla Commissione europea, con lo scopo di promuovere lo sviluppo economico e sociale dell’arcipelago e di diversificarne la struttura produttiva. Tra l’elenco delle attività consentite ci sono: produzione di video, servizi di produzione, assistenza nelle riprese, post produzione, fotografia e pubblicità.

(dalla Redazione)