Il cibo degli dei…il cioccolato!

pag12_cioccolataIl cioccolato è un alimento che non finisce mai di stupire per le sue incredibili proprietà benefiche. Cioccolato è il nome di battesimo, è l’alimento derivato dai semi della pianta del cacao (Theobroma cacao L.). Se è vero che i cibi buoni sono anche quelli più pericolosi per la salute, il cioccolato sembra essere la classica eccezione che conferma la regola, o almeno in parte. Chi vuole beneficare a pieno del suo prezioso carico di antiossidanti deve fare uso del cioccolato fondente, che rappresenta una delle più generose fonti alimentari di flavonoidi, rinomati antiossidanti presenti negli alimenti di origine o derivazione vegetale, come il tè, il vino rosso, gli agrumi, ed i frutti di bosco; tutti questi alimenti hanno la capacità di contribuire al buono stato di salute dell’apparato cardiovascolare. Tanto è maggiore la presenza di cacao nell’amata tavoletta e tanto è superiore la presenza di flavonoidi. In media, 100 grammi di fondente ne contengono 50-60 mg, mentre in un’analoga quantità di cioccolato al latte ne ritroviamo soltanto una decina di mg, addirittura nulla è invece la percentuale di flavonoidi nel cioccolato bianco. I polifenoli, di cui il cioccolato è ricco, rappresentano un vero toccasana per il nostro cuore, una barretta di cioccolato contiene tanti polifenoli quanto un bicchiere di buon vino rosso e contribuisce a diminuire i livelli di colesterolo cattivo (LDL) dal nostro sangue, non solo, le proprietà antiossidanti del cioccolato sono pari a quelle di aglio e fragole ma sempre se si predilige il cioccolato nero dove si incontrano gli antiossidanti di migliore qualità e in altissime concentrazioni. Si è sempre pensato che i grassi contenuti nel cioccolato avessero un effetto dannoso sul sistema cardiocircolatorio, infatti l’assunzione di cioccolato non provoca alcun innalzamento della concentrazione di  colesterolo; questo avviene perché il grasso contenuto nel cioccolato stesso (derivante dal burro di cacao) contiene degli acidi (stearico, palmitico e oleico) che non solo esercitano un effetto neutro, ma addirittura riducente del colesterolo. Le qualità del cacao sono diverse, è indicato in quanto energetico, leggermente stimolante e secondo alcuni studi avrebbe anche proprietà antidepressive in quanto favorisce la produzione di endorfine, ma non solo, l’amico della nostra infanzia ci cura dal terribile stress e ci dà la giusta carica per le nostre pesanti giornate! Il cioccolato è utile anche per la bellezza, si sente sempre più parlare di “cioccolatoterapia”, in quanto si sfruttano le proprietà antiossidanti del cacao, ma anche la sua ricchezza di sali minerali, soprattutto ferro, magnesio, fosforo e potassio per applicazioni in trattamenti rimineralizzanti e drenanti. Non bisogna dimenticare che il cioccolato è sconsigliato nella dietoterapia di molte affezioni a carico dell’apparato digerente, come ernia iatale, reflusso gastroesofageo e gastrite, inoltre è da utilizzare con moderazione da chi soffre di osteoporosi e demineralizzazione ossea, in quanto il cioccolato è ricco di ossalato, un nutriente che compressa il calcio a livello intestinale impedendone l’assorbimento. Dunque… Buona Pasqua e ricordiamo… cioccolato sì, ma con moderazione e prediligiamo sempre quello fondente!!!!

(D.ssa Laura Nardi)