I combattimenti di galli a Tenerife

pag07_cockfightingLa celebrazione dei combattimenti di galli nel comune di Güímar continua ovviamente a suscitare polemiche. Gli organizzatori, pur ammettendo di utilizzare un luogo pubblico, l’Associazione di Quartiere di San Pedro Arriba, dove allestiscono i loro eventi da oltre 20 anni, facendo parte dell’associazione gallistica delle Canarie, precisano di aver impiegato questo spazio da prima dell’entrata in vigore della Ley autonómica canaria 8/1991, e la legislazione prevede che se i locali erano utilizzati a tal fine da prima della legge tutto sia perfettamente legale. Questa attività è una manifestazione culturale che viene dai loro antenati, e spesso i gruppi politici l’avevano anche dichiarata essere una tradizione ultrasecolare e patrimonio della città e, senza queste lotte, questa razza di galli sarebbe del resto condannata all’estinzione. Questi galli, noti come gallo inglese, non hanno nessuna valenza alimentare, né tantomeno sarebbero utili a produrre le uova e, dal momento che vanno tenuti separati perché si combattono fra loro, nessuno avrebbe interesse ad allevarli e mantenerli in vita. Gli allevatori e i loro galli sono soggetti ad un controllo scrupoloso, si dichiarano naturalmente contrari alle lotte illegali e i combattimenti sono monitorati dal Servicio de Protección de la Naturaleza (Seprona). Il Municipio di Güímar è uno dei più tradizionali dell’isola e in tutta Tenerife ci sono attualmente cinque squadre. La loro stagione si svolge da dicembre a maggio, per rispettare la muta di piumaggio dei galli, e gli eventi si svolgono ogni sabato e domenica del mese nei recinti dei diversi comuni.

(Franco Leonardi)