Cosa tenere in cucina…

pag07_1349184531270Impazza la “mania” di cucinare, tutti si scatenano in ricette, spesso improbabili e farraginose, alla TV sempre più programmi che parlano di cuochi e/o di gare culinarie, nei negozi di casalinghi ormai si trova di tutto, oggetti super professionali e ultra tecnologici. Ma che cosa serve davvero in cucina? Quali utensili sono da considerare imprescindibili per chi armeggia spesso con i fornelli e vuole semplificarsi la vita?  In ogni cucina che si rispetti deve esserci almeno un paio di coltelli buoni da chef. Servono per tutto: tagliare il pane, la carne, le verdure e persino aprire una bottiglia. Poi una piastra di ghisa che vi servirà per cuocere bene carne o pesce, anche senza condimenti. L’unico problema: deve sempre essere lavata a mano e non in lavastoviglie. Non dimenticatevi dei cucchiai di legno: non rischiano di bruciarsi e di puzzare, come quelli in plastica e, inoltre, a differenza delle posate in metallo (ottimo conduttore di calore), non scottano dopo averli passati nella pentola. Non possono mancare in nessuna cucina almeno due cucchiai di legno, ma nemmeno delle pentole dal fondo spesso, una in acciaio con il fondo spesso di dimensione media vi servirà per tutto, soprattutto per zuppe e minestre, ed eviterà che gli alimenti si attacchino facilmente, e un wok, utensile tradizionale nella cucina cinese che, con i suoi bordi alti e arrotondati, è perfetta per i risotti e la cottura delle verdure. Chi si ricorda il vecchio mortaio sia di legno, pietra o metallo? Un mortaio vi servirà molto spesso. Per preparare il pesto, certo. Ma anche per tritare per bene le erbe aromatiche e le spezie. Il passaverdura, utensile manuale utile per schiacciare praticamente qualunque tipo di verdura già cotta e preparare così zuppe, creme o vellutate. Per non parlare del tagliere, senza il quale, di grande misura, non si riuscirà a tagliare e affettare bene verdure e ortaggi. Rispetto ai taglieri di plastica, quelli di legno sono preferibili perché durano più a lungo. Dovranno, però, essere puliti con attenzione, senza abbondare con il detersivo. E per finire, ma non meno importanti, delle forbici da cucina, ben taglienti, utili per tagliare alcune verdure e per effettuare tagli molto precisi e veloci, per pulire il pesce ed anche per tagliuzzare il prezzemolo, la salvia o il rosmarino, in velocità all’interno di un bicchiere.

Buona cucina a tutti!

(Bina Binella)