pag11_nuovo_virus_7moscheIl nuovo elenco delle malattie soggette a denuncia, pubblicato a marzo dal Ministero della Salute, include malattie ben note come l’epatite C, l’herpes zoster, la toxoplasmosi o il vaiolo. Quest’ultimo, sradicato dal 1978, non era sulla lista perché non era considerato un rischio, ma la Spagna l’ha incluso per adattarsi al regolamento sanitario internazionale, che ancora la considera una minaccia. Non sorprende, il vaiolo ha ucciso più persone di tutte le altre malattie infettive messe assieme, e la vaccinazione ha fermato la sua diffusione trent’anni fa. Ora i resti del virus sono conservati nei laboratori ad alta sicurezza, per poter tornare a produrre vaccini in caso di infezione accidentale o se andasse a finire nelle mani di bioterroristi.

L’anno scorso, sono stati segnalati nelle Canarie 33 casi delle 60 EDO (malattie infettive iscritte a notifica), la maggior parte delle quali erano sotto controllo da anni grazie alla vaccinazione. Eppure, nel 2014 sono stati registrati in tutto l’arcipelago fino a 239 casi di parotite (che qui chiamano “paperas”), 229 di pertosse e 4.614  di varicella. La sanità pubblica chiarisce che sono dati parziali, perché alcune persone non vanno dal medico o si curano con rimedi casalinghi.

(Franco Leonardi)