Un investimento di 10 milioni nelle quattro città turistiche dell’isola

UpkPfA5XLjiq7+3kMYBqU4Jytu7nXPGfs1+ApiAJH4U=--I quattro comuni (più) turistici dell’isola riceveranno nel corso dei prossimi quattro anni investimenti pubblici per un totale di 10 milioni di euro, finalizzati ad adeguare le aree pubbliche più strategiche per i visitatori. In particolare, il nuovo accordo per le strategie di miglioramento degli spazi pubblici turistici prevede diverse opere a Puerto de la Cruz, Arona, Adeje e Santiago del Teide, che sono le località classificate come turistiche, anche se in questo caso è stata coinvolta Guía de Isora. Il nuovo accordo, già ratificato, si estende tra il 2015 e il 2019 e il finanziamento sarà coperto per il 31,5% dal Cabildo de Tenerife, mentre il rimanente 68,5% spetterà ai Comuni interessati. Tra le iniziative in programma per quest’anno ci sono le migliorie di Calle Quintana a Puerto de la Cruz, che, con un investimento di 1,1 milioni di euro, dureranno 10 mesi, comprendendo la ristrutturazione della pavimentazione, nuova vegetazione, illuminazione e servizi. Inoltre saranno migliorati, il collegamento con la piazza della chiesa e lo sbocco nella Plaza del Charco. Nel caso di Adeje, il progetto interesserà l’accesso al centro della Caleta dal bivio di Fanabe, mentre nella città di Arona si prevede di migliorare il circondario del Bulevar Chajové. Nel comune di Santiago del Teide si continueranno le migliorie dell’Avenida Varadero e anche l’accesso a Playa de la Arena dalla strada principale (in questo caso ne beneficia e partecipa alle spese anche il comune di Guía de Isora, con un bilancio di circa 865.000 euro e un tempo di consegna di otto mesi). Tenerife va considerata come uno spazio unico, e una destinazione resta competitiva se le infrastrutture turistiche vengono continuamente modernizzate e migliorate. In tale linea ha lavorato l’isola in questi ultimi anni, adattandosi alle esigenze dei turisti, sulla base della sostenibilità. Dal 2007 sono stati sviluppati ben 121 progetti, con un investimento di 32 milioni di euro in spazi come i giardini, le piazze, le strade e le zone costiere dell’isola.

(dalla Redazione)