Sgominata nelle isole una banda di truffatori di immobili

pag05_20141231_134704La Guardia Civil nell’ambito dell’operazione “Veta”, ha smantellato un’organizzazione criminale per appropriazione indebita di beni immobili, con la aggravante del denaro preso in nero e poi ripulito.  A seguito di questa operazione sono state arrestate quattro persone sull’isola di Tenerife, una sull’isola di La Palma, due sull’isola di Gran Canaria e un’altra nella provincia di Lugo (Spagna). Sono tutti accusati di frode, falso in bilancio, riciclaggio di denaro e appartenenza a un’organizzazione criminale. Gli eventi, che risalgono allo scorso ottobre, sono iniziati quando alcuni pregiudicati sono stati portati per controlli di altro tipo alla Guardia Civil a Las Palmas. I membri di questa banda si proponevano come proprietari di appezzamenti rurali e urbani, di abitazioni civili, il tutto senza la conoscenza o il consenso dei legittimi proprietari, che quasi sempre erano immigrati in America Latina da molti anni. Infatti la maggior parte di questi immobili non erano mai stati aggiornati al Registro delle Proprietà ed avevano solo dei documenti di eredità rilasciati dalla Repubblica Cubana, con documenti di morte e di lasciti praticamente inesistenti. Attraverso questi documenti protocollati da notai in Spagna venivano registrati all’ufficio catasto dando una parvenza di legalità. Le proprietà venivano poi messe in vendita a prezzi molto inferiori a quelli del mercato, rendendole così più appetibili. La Guardia Civil è riuscita a dimostrare un totale di 44 reati (22 reati di frode e 22 di falso) a carico di questa banda di malviventi. (NdR non ci stancheremo mai di raccomandare sempre la massima prudenza e la scelta di professionisti affidabili&referenziati quando si deve acquistare un immobile!!!)

(dalla Redazione)