Buone notizie per i pensionati? (notizia 1… segue)

images

 

ZURIGO\ aise\ – Quest’anno (2015) è entrata in vigore in Italia una importante novità che interessa tutti i pensionati italiani iscritti all’AIRE che possiedono una abitazione in Italia (ovviamente non data in affitto).

Da quest’anno, infatti, questi pensionati non dovranno più versare l’IMU (Imposta Municipale Unica) mentre per la TASI (Tassa sui Servizi Indivisibili) e la TARI(Tassa sui Rifiuti) pagheranno solo un terzo (1/3) del dovuto. 
Purtroppo – come informa Dino Nardi, coordinatore della UIM (Unione degli Italiani nel Mondo) per l’Europa ed esperto dell’ ITAL UIL, che da tempo si sta occupando delle questioni fiscali che riguardano gli italiani all’estero ed in particolare in Svizzera – vi sono molti comuni italiani che, contattati da diversi emigrati, continuano a negare che da quest’anno vi siano queste facilitazioni fiscali per i pensionati italiani all’estero. 
Per ovviare a queste difficoltà create dalla malaburocrazia italiana, come annunciato dal presidente Castellengo, la UIM ha attivato un servizio di consulenza e di assistenza per tutti gli interessati per richiedere ufficialmente agli Uffici Tributi degli 8047 Comuni italiani l’applicazione dei benefici fiscali previsti dall’articolo 9/bis del Decreto Legge 28 marzo 2014, n. 47 e cioè da una legge dello Stato italiano che deve trovare applicazione in tutto il territorio nazionale. Come noto, la scadenza per il pagamento delle tasse sulla casa è quella del prossimo 15 giugno. (aise)