Attenti al morso!

pag24_cane-morde-2Chi possiede un cane, a volte non pensa ad eventuali conseguenze che porterebbe un morso che il proprio amico peloso potrebbe infliggere ad un terzo. Chi viene morso da un cane, se necessario si reca al pronto soccorso per le prime medicazioni e per spiegare come, dove e quando si è stati morsicati. Il personale del pronto soccorso, oltre alla medicazione, dovrà seguire una scrupolosa e lunga indagine burocratica. In particolare si chiederà al morsicato di riferire se si conosce l’identità del cane, il luogo dove si è stati morsicati e la dinamica dell’accaduto. Se trattasi di cane randagio non vi sarà alcun seguito in quanto non si conosce l’identità del proprietario. Diverso invece se il cane è un soggetto conosciuto e di conseguenza si può risalire al suo padrone. A questo punto il pronto soccorso stilerà un primo verbale con tutte le indicazioni necessarie. Questa non è una denuncia ma faciliterà  le autorità giudiziarie nel caso che il morsicato voglia procedere con la denuncia, che dovrà essere fatta presso le autorità competenti. Quasi sempre accade che chi è stato “pinzato” denunci l’accaduto, e così si avviano quelle procedure di controllo sull’animale da parte del servizio veterinario che, se conosciute le generalità del cane e del padrone, comporteranno una visita da parte del dottore presso l’abitazione per visitare il quadrupede anche da un punto di vista mentale. Ormai in Italia non è più obbligatoria l’antirabbica per il cane, ma durante la visita al pronto soccorso il morsicato quasi sempre verrà vaccinato contro la rabbia in via cautelativa, quindi se durante la visita veterinaria il cane risultasse essere in buona salute, anche se non in possesso di antirabbica, con comporterà nessuna sanzione al proprietario. Il veterinario potrà chiedere al padrone del peloso di tenere il soggetto dentro la proprietà per essere controllato ulteriormente dal veterinario stesso. Da un punto di vista giuridico-legale si consiglia sempre vivamente a chi detiene un cane di stipulare una semplice assicurazione contro ogni evenienza. Quasi sempre la classica assicurazione del capo famiglia include anche l’animale domestico, quindi da un punto di vista economico si è molto più tranquilli in caso di danni fisici. Sicuramente la dinamica dell’accaduto è di fondamentale importanza, perciò se il soggetto è stato morso perché disturbava, molestava il cane o entrava furtivamente nella proprietà privata, difficilmente si avranno conseguenze, mentre se il cane ha morso per “divertimento” allora sicuramente si potrà incorrere in un’azione risarcitoria.

(NdR Le linee guida a Tenerife, che valgono sia per il padrone del cane “mozzicoso” che per lo sfortunato che è stato morso, non dovrebbero essere tanto diverse da quelle italiane. Comunque, il consiglio che possiamo darvi con certezza è: copritevi con una polizza assicurativa)

(Roberto Maggiorani)