Le piante per il benessere di tutto il corpo

pag12_piante-1422288742g8k4nSe avete problemi con dolori articolari, mal di testa o mal di schiena, l’artiglio del diavolo, una pianta di origine sudafricana, è l’erba officinale che cercate. Le radici contengono principi attivi dalle spiccate proprietà antinfiammatorie e analgesiche, perciò questa pianta è indicata nel caso di artrosi, reumatismi e altre manifestazioni articolari dolorose. Allevia i dolori, migliora la mobilità e l’elasticità articolare. E’ utile anche per i disturbi degli sportivi, come tendiniti e distorsioni.  Per una pelle perfetta la Bardana viene impiegata per trattare le impurità della pelle ma anche come antisettico. Ha inoltre attività disinfettanti, cicatrizzanti e drenanti, tutte azioni che giovano al mantenimento del buono stato della pelle. Ideale in caso di eczemi, acne, foruncoli, ascessi o psoriasi, proprio in virtù dei suoi principi attivi antibatterici e antimicotici. Alcuni studi recenti avrebbero mostrato che l’attività principale del Biancospino sarebbe individuata a livello del sistema cardiocircolatorio con un reale miglioramento della resistenza allo sforzo. Alcuni dei principi attivi contenuti (flavonoidi e procianidine) sarebbero responsabili di un aumento del flusso sanguigno coronarico. L’equiseto è talmente ricco di minerali che veniva chiamato “piccola miniera”. La grande ricchezza di silice, favorisce in modo sorprendente la rimineralizzazione delle ossa e del tessuto connettivo. Per questo dopo una frattura, nei casi di osteoporosi e di fragilità ossea, l’equiseto è indispensabile. E’ molto consigliato nella terza età con cure almeno di tre o quattro mesi l’anno, meglio in primavera e in inverno. L’Eucalipto cresce in genere nelle zone temperate: in erboristeria e in fitoterapia l’eucalipto serve a risolvere infiammazioni dell’apparato respiratorio, urogenitale e intestinale. Ha proprietà espettoranti, balsamiche e leggermente sudorifere e febbrifughe. E’ indicato nei catarri bronchiali e nell’asma ed è una delle piante più efficaci contro malattie delle vie respiratorie.

Il finocchio era usato già dagli antichi Egizi per migliorare la cattiva digestione; oggi è utilissimo per le mamme che allattano, evitando le coliche al neonato. Stimola la digestione, calma gli spasmi addominali, evita la formazione di gas intestinali bloccando la fermentazione degli alimenti. Gambe gonfie e pesanti e fragilità capillare? L’ippocastano è il rimedio più adatto per riattivare la circolazione, combattere la cellulite e i gonfiori, grazie alla presenza, all’interno della corteccia, di un composto ricco di vitamina P e attivo sul tono venoso.  L’Uva Orsina è la pianta amica delle donne: le sue foglie contengono una sostanza, chiamata arbutoside, dalle spiccate proprietà antibatteriche, che è eliminata per via urinaria. E’ in grado di contrastare l’azione dell’Escherichia Coli, agente patogeno maggiormente implicato nelle cistiti. Lo zenzero è uno stimolante generale ed un efficace ricostituente conosciuto da molto tempo dalla farmacopea cinese per lottare contro l’affaticamento, l’astenia e l’impotenza.

(Rosa Simoncini)