Il turismo di lusso raddoppia sull’isola negli ultimi 10 anni

pag07_gmpalacioisora-carrusel1Tenerife lo scorso anno ha registrato oltre 5,1 milioni di turisti, che rappresentano un’entrata di quasi 3.800 milioni di euro. Nel 2004 i top-spender erano 270.000, ma nel 2014 gli hotel a cinque stelle dell’isola hanno alloggiato 530.886 persone, pari al 10,3% del turismo totale dell’isola. Strabiliante il 2006, in crescita del 40% rispetto all’anno precedente, e il 2012, con un incremento del 19%. Per contro, nel 2007 il visitatore a cinque stelle è sceso del 3,5% e nel 2009 è sceso del 7,5%. Questi visitatori, ad elevata capacità di spesa, sono i più redditizi per le isole. Si stima che il contributo economico generato dalle vacanze a Tenerife dei visitatori a cinque stelle sia pari a circa € 558.000.000, un 14,7% di tutta la spesa turistica. Il 35,6% di costoro sono inglesi, spagnoli per il 20,7% e per il 13,1% tedeschi. Seguono belgi (4,7%), russi (4,4%), francesi (2,8%) e svizzeri (2,6%). (NdR non pervenuti gli italiani, boh). Gli hotel a cinque stelle di Tenerife offrono 12.492 posti, rappresentando il 15% dei posti alberghieri. La maggior parte, il 49,7%, si trova nel comune di Adeje, mentre il resto è diviso tra i comuni di Guia de Isora (17,5%), Arona (12,9%), Puerto de la Cruz (8,8%), San Miguel (5,3%), Santa Cruz (4,1%) e Buena Vista (1,9%). Il turista che soggiorna in alberghi di lusso ha un’età media di circa 49 anni e viaggia in coppia, spende 202 euro a persona, il 79% in più rispetto ai 113 euro della media. E’ meno impegnato nelle attività turistiche classiche, è fedele alla destinazione (il 65,7% aveva già visitato Tenerife), e si dichiara più soddisfatto del visitatore medio, dando all’isola un bel 9!

(dalla Redazione)