Il porto di Los Cristianos resta allo Stato

16-PLAYA-los-cristianos-300x206Il governo delle Canarie ha perso un’altra battaglia legale con Madrid, questa volta, dopo il rifiuto dello scorso anno, la regione autonoma si era appellata alla Corte Suprema per ottenere il controllo sul porto altamente redditizio di Los Cristianos a Tenerife, che genera milioni di euro ogni anno in entrate per il Stato. Le autorità delle Canarie sostengono che Los Cristianos serve solo il traffico tra le isole e pertanto non deve essere considerato d’interesse nazionale, ma puramente regionale e orientato soprattutto al turismo, come testimonia il milione di passeggeri che utilizzano ogni anno i traghetti per La Gomera. Ma i giudici della Corte suprema hanno confermato la tesi del governo spagnolo che Los Cristianos è di interesse strategico in quanto utilizzato per fornire beni di prima necessità per La Palma, La Gomera e El Hierro ed è quindi vitale per la loro economia. La Corte ha ordinato alle Canarie anche il pagamento delle spese del processo di appello.

(NdR in un momento economico difficile come questo, è già tanto se il Governo non ti toglie anche quel poco già concesso, figurarsi allargare i cordoni della borsa!)

(Giorgio Tonazzi)