Gel di Aloe casalingo

pag11_aloe_vera_jeli_nasil_yapilir_1L’Aloe Vera, che a Tenerife si trova facilmente, è una pianta con proprietà incredibili. Molti hanno una pianta di Aloe sul terrazzo o in giardino e perfino nel campo incolto fuori di casa. In tantissimi negozi si trovano creme e gel di aloe a prezzi ridicoli, ma spesso questi prodotti sono pieni di conservanti e hanno al loro interno una bassissima concentrazione di prodotto primario. Ecco come prepararsi da soli il gel di aloe, fresco e puro, utilissimo per molti problemi della pelle e non solo. Può essere usato per trattare le scottature, idratare la pelle e lenire le irritazioni. Mettiamoci all’opera: per iniziare cerchiamo una pianta adulta, che abbia almeno 3 o 4 anni, preleviamo una foglia tra quelle più esterne, ma che sia sana e turgida, non appassita nella sua lunghezza. Non serve tagliarla ma “sfilarla” dalla base. A questo punto che ci siamo procurati la materia prima tagliamo con un coltello affilato la base della foglia a circa 1/2 cm dalla fine. A questo punto lasciate scolare la resina che c’è all’interno, appoggiandola verticalmente sul lavandino. Dopo 15/20 minuti, quando vedete che non c’è più nulla che fuoriesce dalla foglia, iniziamo la vera e propria preparazione: tagliate altre 3 o 4 cm di foglia alla base e i bordi spinosi per 2 o 3 mm, a questo punto con un pelapatate sbucciate letteralmente un solo lato della foglia di aloe, e il risultato finale di questa “pulizia” sarà il trovarvi delle listarelle di sostanza gelatinosa e trasparente, con un cucchiaio raccogliete il gel e riponetelo in un barattolo di vetro pulito e con coperchio. Da conservare in frigorifero. Ha una scadenza molto breve, 1 o al massimo 2 giorni… lo vedete quando si scurisce va buttato e rifatto (per questo motivo è meglio farne poco per volta in modo da usarlo tutto prima che si deteriori, una foglia grande può contenere circa 120/150 ml di gel)

(Carola Buzzacchi)