Dagli OGM al “Bio”, falsi allarmi e verità nascoste del cibo che portiamo a tavola

pag13_81d4WzxIGQLSappiamo troppo poco di ciò che finisce nei nostri piatti. Ma imparare a scegliere è l’unico modo che abbiamo per difenderci da mode, bugie e luoghi comuni.

E’ in atto da alcuni anni una vera e propria corsa all’alimentazione “naturale”, eppure le nostre idee sul tema non sono così chiare come si vuol far credere. Sempre più spaventati e confusi dai messaggi allarmistici dei media, ci siamo convinti che la “manipolazione” del cibo sia uno dei tanti mali della società odierna, dimenticando che l’intervento umano sulle specie vegetali è antico quanto l’invenzione dell’agricoltura stessa. Siete sicuri che il colore “naturale” delle carote sia l’arancione? O che il riso che comprate sia veramente biologico? E poi: esiste sul serio una patologia chiamata “sensibilità al glutine”? Per rintracciare la storia di ciò che mettiamo oggi nel piatto, e trovare le risposte ai tanti dubbi che ci assillano, gli autori ci guidano in un avvincente viaggio nel tempo – attraverso la storia dell’uomo e le storie dei cibi come li conosciamo – e nello spazio – per raccogliere sul campo le prove e le testimonianze di ricercatori e agricoltori. Con piglio appassionato da investigatori e solido rigore scientifico, e senza timore di andare controcorrente, spiegano il vero significato di alcune parole che sentiamo e leggiamo ogni giorno, aiutandoci a scegliere con più consapevolezza. Scopriremo, tra l’altro, che la prima mela OGM italiana è molto più “naturale” di quelle biologiche; che già mangiamo da oltre vent’anni pasta prodotta con grano modificato, addirittura dalle radiazioni nucleari, senza che si siano registrati inconvenienti; e che molti dei nostri timori nascono da preconcetti sbagliati cavalcati dal marketing e dalla politica. Per essere finalmente in grado di farci un’idea più chiara di ciò che mangiamo davvero.
Quanti sono VERAMENTE gli intolleranti al glutine? Ha senso la moda recente dei cosiddetti grani “antichi”? Scommettiamo che non avete mai mangiato del riso Arborio, e anche sul Carnaroli ci sono molti dubbi? Sapete che in Italia è coltivato su larga scala un cereale, brevettato e modificato geneticamente per resistere a un diserbante, venduto in kit? Chi ha messo in giro l’idea che il grano Creso è il responsabile dell’aumento della celiachia?  Usate l’olio di girasole per friggere? Siete sicuri che sia adatto? Comprate riso biologico? Siete sicuri che sia veramente biologico? Tutto questo e molto altro dal 7 maggio in libreria.
(Il libro si chiama Contro Natura-Editrice Rizzoli
Scritto da Dario Bressanini
e Beatrice Mautino)