coralIl 10 novembre u.s. gli agenti del Servicio de Protección de la Naturaleza (Seprona) e della Guardia Civil dell’Aeroporto di Gran Canaria, nell’ispezione ai bagagli di uno spagnolo proveniente da Madrid, hanno trovato 56 esemplari di coralli vivi, protetti dalla CITES, insieme ad altri animali come granchi e molluschi trasportati in sacchetti di nylon con acqua. L’uomo non disponeva della documentazione necessaria, è stato quindi denunciato per varie infrazioni alla Ley Orgánica (L.O.) 12/1995, de 12 de diciembre, de Reprensión del Contrabando y a la Ley 8/1991, de 30 de abril, di protezione degli animali nella Comunità Autonoma delle Canarie. L’uomo ha cercato di obiettare che si trattava di animali destinati alla sua collezione privata ma, dato che per questo motivo è necessario iscriversi al Registro de Explotaciones Ganaderas de Canarias, e lui non era iscritto, si è beccato un’ulteriore denuncia per la Ley 8/1991.

Gli animali sono stati poi affidati al Palmitos Park, nel municipio di San Bartolomé de Tirajana.