Contatori “intelligenti” a Tenerife

pag09_Un-tecnico-de-Endesa-coloca-los-contadores-inteligentes-de-un-grupo-de-viviendas-La metà della popolazione delle Canarie ha già avuto installati i nuovi contatori intelligenti che consentono ai clienti di determinare il loro consumo di energia elettrica quasi istantaneamente. Endesa, la società di distribuzione di energia elettrica che opera nelle isole, ha annunciato di aver già installato 550.000 contatori, il 50% di quelli da sostituire nell’arcipelago entro il 2018. A El Hierro e La Graciosa il 100% della popolazione ha già contatori intelligenti. La sostituzione del contatore convenzionale con quello intelligente è a costo zero per il cliente.

Uno dei principali vantaggi di questo sistema è che il cliente può conoscere in tempo reale la quantità di energia elettrica che consuma, potendo quindi pianificare il suo consumo e promuovendo l’efficienza energetica.

Il pagamento della luce per ore

Il contatore intelligente permette l’attuazione della nuova procedura di bollette di energia elettrica di ora in ora, chiamato Prezzo di vendita al piccolo consumatore (VBAC), che sostituisce il precedente TUR (tariffa di ultima istanza), ed è stato approvato un anno fa dal governo, ma non è ancora stato lanciato. Esso prevede che i consumatori di energia elettrica paghino in base al prezzo quotato sul mercato all’ingrosso nel momento del consumo di energia. Il nuovo sistema di fatturazione doveva essere in vigore da aprile ma, dopo ripetuti rinvii, il Ministero ha finalmente pubblicato la normativa e il nuovo sistema di fatturazione sarà applicato al più tardi in ottobre.

Il prezzo per ogni giorno sarà disponibile il giorno precedente attraverso il sito web di Rete Elettrica della Spagna, il che permetterà agli utenti di modulare la domanda per risparmiare. In generale, i prezzi più bassi corrispondono ai periodi di minore domanda (durante la notte dalle 00.00 e fino a mezzogiorno) e i più alti quando c’è maggior consumo (pomeriggio e sera fino alle 23.00).

Gli utenti che non dispongono di contatori intelligenti continueranno con i loro vecchi profili di consumo.


Sono al di fuori di questa fatturazione i consumatori che hanno contrattato la luce sul mercato libero, quelli che hanno scelto di stipulare un contratto con una società elettrica diversa da Endesa, ma che nel caso delle isole Canarie sono la minoranza. Tuttavia, i clienti che hanno il contratto energia nel mercato libero possono tornare al mercato regolato.

L’oscillazione del prezzo del kilowattora a seconda del mercato dell’energia elettrica avrà effetto solo per circa il 37% della bolletta, mentre circa un altro 25% è imposta, e il restante 38% viene utilizzato per coprire i costi del sistema regolato e si paga in base alla potenza impegnata (un tot fisso ogni kW) e in base al consumo.

(Franco Leonardi)

(NdR Endesa è una società che appartiene all’ENEL, e dall’esperienza italiana sappiamo che la “liberalizzazione” dell’energia elettrica ha portato un sacco di problemi. Speriamo che qui alle Canarie qualcuno effettivamente “vigili”…)