Guerra agli abusivi!

pag08_20150816_123103Il Cabildo di Tenerife ha rilevato che negli ultimi anni ci sono aziende che offrono escursioni per i turisti e visite guidate al Parco Nazionale di Las Cañadas del Teide, ma anche in altre zone dell’isola, come il barranco de Masca, e tutto al di fuori della legge, imprese illegali perché oltretutto non sono neppure iscritte al registro dell’attività economica, e il servizio fornito è di una qualità di solito dubbia.

Per far capire il livello di mancanza di professionalità di questi servizi, a volte coloro che sono impegnati in queste attività si ritrovano a dover utilizzare per gli spostamenti gli autobus della società Titsa, anche se sorgono problemi, soprattutto quando si verificano imprevisti. Se c’è un problema, i “responsabili” facilmente si allontanano, ed è già successo che, quando ci sono incidenti e bisogna assistere i feriti, questi non sappiano definire esattamente chi era il responsabile per la gita.

Pertanto le autorità intendono raddoppiare gli sforzi per garantire, da un lato, la sicurezza dei turisti e, dall’altro, soprattutto nel caso del Teide, la tutela di questo parco nazionale. Bisogna organizzare una vera persecuzione di queste società, ha detto un responsabile, riferendosi sicuramente ad alcuni organizzatori di tour che non hanno nemmeno una banale assicurazione di responsabilità civile. Sembra addirittura che qualche azienda illegale faccia in qualche modo pagare le visite al Teide!

(NdR considerati anche i costi per il salvataggio se vi fate male in qualche escursione, io controllerei attentamente le credenziali prima di mettere mano al portafoglio)

(Franco Leonardi)