Egregio Direttore

pag08_Rent-car-2Egregio Direttore, le scrivo per raccontarle di una disavventura occorsami una quindicina di giorni fa, che mi ha lasciata perplessa e decisamente arrabbiata. Avevo bisogno di noleggiare un’auto e, dopo aver curiosato un po’ su Facebook nei principali forum degli italiani a Tenerife, ho contattato via internet una compagnia che mi era stata indicata come la più conveniente. Ho scelto il modello, inserito i dati richiesti, la carta di credito e la mia residenza spagnola qui in Adeje, ma purtroppo non c’era nulla di disponibile. Passo nel pomeriggio da un’amica che aveva un’agenzia, le spiego la mia necessità, lei si collega alla stessa compagnia e… MIRACOLO… c’è la macchina disponibile. Vengo poi a sapere “per vie traverse” che alcune compagnie di rent-a-car ultimamente preferirebbero non noleggiare macchine ad italiani residenti. Quindi le chiedo: può esser vero o si tratta delle solite panzane antiitaliane che sembrano piacere così tanto sull’isola e non solo? Grazie per l’attenzione, spero di leggere la sua risposta sul prossimo numero.

(Lettera firmata)

Gentile Signora, la cosa mi ha decisamente incuriosito e ho fatto qualche telefonata… Orbene, pur senza poter dire nulla di ufficiale, SEMBRA che qualche nostro connazionale abbia capito che si può sfruttare l’assicurazione Kasko normalmente ottenibile sulle auto a noleggio per organizzare i “classici” finti incidenti con le macchine di proprietà (magari di qualche amico/a) e riscuotere i danni dall’assicurazione. Qualche compagnia, capita l’antifona, avrebbe deciso di difendersi nel modo da lei descritto. Sarà vero? Sarà falso? Sarah Ferguson? Cari lettori, qualora arrivassero notizie certe ve lo faremo sapere, ma nel frattempo, come consiglio, se vi capita di fare un incidente, cercate di ottenere SEMPRE l’intervento della Polizia, in modo che non ci siano dubbi sulla “qualità” del sinistro.