Archivi

il Sondaggio

Hai mai pensato di lavorare a Gran Canaria ?

Guarda i risultati

Loading ... Loading ...

Meta

Religione e mitologia Guanche

Questo mese l’arca del mistero inizia un nuovo viaggio per dare ai lettori una visione diversa della religione e mitologia Guanche di cui abbiamo già narrato in precedenza. Grazie alla complessità e grande quantità di informazioni ricavate durante questi anni di investigazione, dovremo dividere in vari articoli la teoria completa, che speriamo possa essere fonte di ispirazione per molti. Iniziamo quindi con descrivere il pantheon principale degli Dei Guanche Tinerfegni, precisando che sulle altre isole, pur cambiando i nomi e alcune caratteristiche di fondo, le credenze religiose si avvicinano molto al racconto che stiamo per narrare. Al principio c’era [continua …]

I Guanche, le eclissi e noi

Questo mese l’arca del mistero si trasforma nella barca solare egiziana per raccontarvi il retroscena storico di un evento recentemente accaduto. Lo scorso 20 marzo abbiamo potuto assistere all’eclisse solare parziale, evento che ai giorni nostri non risulta più molto spettacolare a causa delle conoscenze tecniche che ci hanno permesso di scoprire le cause di questo evento. Come tutti ormai sanno, il fenomeno dell’eclissi è causato dal cono d’ombra creato dalla luna al passare tra la terra e il sole, nei luoghi perpendicolari a questo fenomeno si assiste a un’eclisse totale, mentre noi pochi giorni fa abbiamo dovuto accontentarci [continua …]

Superstizioni per tutti

C’è chi pensa che la superstizione sia parte della natura umana, che sia per colmare un vuoto tra scienza e religione, tra ciò che è razionale e ciò che è irrazionale? Fatto sta che cartomanti, i maghi e le zingare che leggono la mano sono sempre esistiti e sempre lo saranno. Nonostante tutto però ci sono delle credenze popolari che sono entrate a far parte della cultura dei popoli, e che spesso avevano anche un filo logico.

Eccone alcune proprio carine.

Se la fede nuziale viene persa, per evitare che l’infelicità piombi sulla coppia, va riacquistata [continua …]

Il frate senza nome

Questo mese l’arca del mistero naviga dalle Canarie al Marocco e ritorno, per narrare la storia misteriosa e occulta di un uomo senza nome. Tutto ha avuto inizio nel lontano 1308, quando un uomo vestito con un saio nero e una croce in mano approda sulle coste marocchine con una ciurma composta da alcune decine di uomini vestiti con pelli di capra e di apparenza forte. Qui in pieno territorio mussulmano inizia a predicare la religione cattolica ed è protagonista di vari atti miracolosi, tanto da iniziare ad essere venerato e apprezzato nella zona di Tagaost (città marocchina vicino [continua …]

I nati di “Venerdì”

Per molte persone, il venerdì è ritenuto un giorno nefasto, tranne che per il popolo siciliano. Anticamente pensavano che i bambini nati di venerdì fossero privilegiati: erano ritenuti forti, valenti, scaltri, furbi, e potenti a tal punto da poter maneggiare serpenti velenosi di qualsiasi natura e a far fronte ai lunatici (secondo la credenza, sono quelle persone che in certe notti acquistano istinti di lupo, pur conservando le forme di uomini). Il “venerino”, così chiamato per chi nasce in tale giorno, ha anche la facoltà di vedere le cose occulte e di profetizzare l’avvenire. Gli spiriti maligni non hanno [continua …]

Come trovar marito…

Sino ad una cinquantina d’anni fa, in Italia per una donna il rimaner zitella era considerata una vera jattura; per questo in ogni regione esistevano varie forme di “rituali” utili ad evitarlo. Ad esempio, in Lombardia si credeva che la fanciulla dovesse contare 100 uomini con la barba incontrati per strada; la sera del centesimo incontro, mettendosi a mezzanotte esatta di fronte allo specchio, avrebbe visto di certo riflesso il volto del futuro e garantito consorte. In Liguria invece quelle da contare erano le donne incinte, e ne bastavano 20, mentre nelle Marche, per vedere in sogno il futuro [continua …]

L’isola fantasma

Una tra le leggende canarie più famose e molto misteriosa è quella sulla presunta esistenza dell’Isola di San Borondón, un’isola che appare e scompare, ma che in molti giurano di aver visto! Il primo scritto ufficiale arriva dal lontano 1772, scritto da Viera y Clavijo, in un libro che narra la storia delle Isole Canarie. Quest’isola era chiamata nell’antichità anche Antilia o Encubierta, oppure l’isola “inaccessibile”. C’è da tener presente che semplici effetti ottici, creati al tramonto dalle nuvole e dal mare, fanno effettivamente scorgere, a volte, qualche terra “improvvisamente” spuntata nell’oceano… ma soprattutto teniamo presente che alla gente, [continua …]

Canaria, centro commerciale dell’antichità

Inizia un nuovo anno e l’arca del mistero si arricchisce con un nuovo membro dell’equipaggio per poter affrontare acque ancora più profonde. Questo articolo sarà il primo redatto dal nuovo luogotenente del vascello. Sulle tracce di un grande personaggio norvegese responsabile di dimostrazioni pratiche della storia non riconosciuta inizieremo un viaggio lungo 5700 km e che toccherà civiltà antiche oltre alla nostra cara isola. Il 17 maggio del 1970 un’imbarcazione costruita con rami di papiro partì dal porto di Safi in Marocco per un viaggio di 57 giorni, con 8 naviganti a bordo provenienti da 8 nazioni diverse. Senza [continua …]

Webcam

Playa_del_Ingles
Las Canteras